ricerca
avanzata

Emma

Un libro in lingua di Jane Austen edito da Vintage Books, 2007

  • € 9,20
  • Il prezzo è variabile in funzione del cambio della valuta d’origine

The most perfect of Jane Austen's perfect novels begins with twenty-one-year-old Emma Woodhouse comfortably dominating the social order in the village of Highbury, convinced that she has both the understanding and the right to manage other people's lives—for their own good, of course. Her well-meant interfering centers on the aloof Jane Fairfax, the dangerously attractive Frank Churchill, the foolish if appealing Harriet Smith, and the ambitious young vicar Mr. Elton—and ends with her complacency shattered, her mind awakened to some of life's more intractable dilemmas, and her happiness assured.

Austen's comic imagination was so deft and beautifully fluent that she could use it to probe the deepest human ironies while setting before us a dazzling gallery of characters—some pretentious or ridiculous, some admirable and moving, all utterly true.

Informazioni bibliografiche

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Emma"
Julycat, 2011-10-19
3

"Giovane, bella, intelligente, ma anche viziata e orgogliosa, Emma Woodhouse è una delle personalità principali della piccola comunità di Highbury. Orfana di madre, su di lei ricade la responsabilità di dirigere la casa di famiglia ed occuparsi del padre, ormai anziano e di carattere timoroso. Poco dopo il matrimonio della sua governante, miss Taylor, Emma stringe amicizia con Harriet Smith, una ragazza dolce ma non brillante, e decide di organizzare le sue nozze con il bel vicario del posto, il signor Elton. Egli sembra inizialmente contento della prospettiva e solo al momento della sua dichiarazione d’amore a Emma la giovane capisce il fraintendimento avvenuto e non esita a respingerlo. Intanto giungono a Highbury, a movimentare la monotonia della vita quotidiana, Jane Fairfax, nipote di una signora del luogo e Frank Churchill, figliastro di miss Taylor, ora signora Weston. La prima si dimostra una ragazza compita ma molto riservata e così attira su di sé i pettegolezzi delle signore mentre Emma, sempre alla ricerca di svaghi, si convince di poter combinare il matrimonio dell’amica Harriet con Frank. Anche questa volta però i suoi piani sono destinati al fallimento. A questo punto Harriet dichiara a Emma di essersi innamorata del signor Knightley, un vicino, amico di famiglia di vecchia data dei Woodhouse. Questa ammissione sconvolge Emma, che si rende alla fine conto del suo errore nel volersi immischiare nella vita privata altrui, e la porta ad analizzare meglio i suoi sentimenti personali".

"Emma"
emma
seregiallorossa85, 2011-09-28
4

Emma è uno dei romanzi più famosi della scrittrice inglese Jane Austen e da cui sono stati tratti molti film e serie televisiva. In un Inghilterra vittoriana, sfondo di tutte le storie della Austen, Emma è una giovane bella e ricca che si annoia nella campagna inglese e che il suo svago più frequente è quello di fare da cupido tra i suoi pochi conoscenti. Quando, infatti, arriva in città una nuova ragazza, Harriet Smith, Emma si impegna a trovarle un buon partito, anche troppo rispetto alla condizione non così ricca e nobile della sua giovane amica. A differenza delle altre protagoniste dei romanzi della Austen Emma non avendo problemi economici e particolari aspirazioni romantiche non ha nessuna intenzione di sposarsi. È una donna decisa ed indipendente alla quale, come ogni donna, piace stare al centro dell’attenzione ma non pensa minimamente all’idea di avere qualcuno accanto. Forse è proprio questo che l’autrice vuole dire in questo libro, che anche quando siamo indifferenti all’amore è l’amore che trova noi. Anche senza volerlo, infatti, la scrittrice fa di questo uno dei suoi romanzi più ironici e romantici in cui introduce un tema che sarà frequentissimo in tutte le serie tv e i film adolescenziali, l’amore per il proprio migliore amico. Per la persona che ti è sempre vicina e con la quale non fai altro che litigare ma che alla fine è l’unica persona al mondo che riesce a capirti meglio di te stesso.