ricerca
avanzata

Beastly

Un libro in lingua di Alex Flinn edito da Harpercollins Childrens Books, 2011

  • € 10,80
  • Il prezzo è variabile in funzione del cambio della valuta d’origine

I am a beast.

A beast. Not quite wolf or bear, gorilla or dog but a horrible new creature who walks upright—a creature with fangs and claws and hair springing from every pore. I am a monster.

You think I'm talking fairy tales? No way. The place is New York City. The time is now. It's no deformity, no disease. And I'll stay this way forever—ruined—unless I can break the spell.

Yes, the spell, the one the witch in my English class cast on me. Why did she turn me into a beast who hides by day and prowls by night? I'll tell you. I'll tell you how I used to be Kyle Kingsbury, the guy you wished you were, with money, perfect looks, and the perfect life. And then, I'll tell you how I became perfectly . . . beastly.

Informazioni bibliografiche

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Beastly"
"C’’era una strega"
Tintaglia, 2010-11-20
4

“Tutto è iniziato con una strega.” ”E’ sempre così che inizia” Kyle è bello e senz’anima: crudele, cinico, superficiale, cresciuto nel culto dell’apparenza e del denaro da un padre che crede solo nell’apparenza e nel denaro, attraversa la vita scolastica dell’esclusiva scuola privata che frequenta calpestando coloro che non rispettano i suoi personalissimi canoni. Kendra è una dark dai capelli verdi, le idee chiare e la lingua tagliente: affronta il bel Kyle e la sua cricca senza timore, e parlando con la voce della verità: la verità che si vede riflessa nello specchio che porta con sé. Linda ama studiare e leggere: viene da una famiglia disgregata e degradata, da un quartiere miserabile, e cerca la vera bellezza delle cose. E a un ballo, Kyle impara una cosa: mai provocare una strega. Perché la strega potrebbe decidere di mosttarti come veramente sei, e non solo in uno specchio, ma a tutto il mondo: al mondo che non ti ama per quello che sei, ma per quello che appari – anche perchè dentro, Kyle, sei una Bestia. Ma impara anche che un singolo gesto di gentilezza può salvarti la vita, e offrirti speranza, se rivolto a chi ha lo sguardo limpido di chi vede oltre le apparenze. Trasportata ai giorni nostri, la Bella e la Bestia funziona sempre, e funziona bene: è molto bella la prima parte, con la descrizione del mondo vacuo in cui si muove il protagonista, avvertendone in parte la dissonanza, ma scegliendo di ignorarla; divertenti i rimandi alle varie versioni della fiaba (e le citazioni da Jane Eyre, compreso il cane Pilot! ) ma è inutile: a me si spezza il cuore quando la Bestia ridiventa umana. Se fossi Bella, lo pianterei in asso, perchè di un principe sciacquetto non mi farei niente. Deliziose le chat fra trasformati e trasformandi: l’autrice è molto brava a riprodurre l’utilizzo di internet fra i giovani, e a trasportare le fiabe al giorno d’oggi. Devo cercare il romanzo ispirato alla Bella addormentata, mi ha incuriosito, e questo primo assaggio della sua scrittura mi ha lasciato… affamata.

"Beastly"
LadyAileen, 2010-11-01
4

Chi, come me, ama la fiaba La Bella e La Bestia non può perdersi questo libro. Il romanzo rivisita in chiave moderna proprio quella storia e proprio come una fiaba lo schema narrativo é molto semplice e lineare, i personaggi principali sono delineati brevemente e naturalmente, il famoso lieto fine. Contrariamente alle altre versioni, é lo stesso Kyla a raccontare in prima persona la sua storia. Con la scusa di raccontare una romantica storia l’autrice si é soffermata su temi importanti come: guardare oltre le apparenze, la superficialità, l’egoismo e l’importanza eccessiva che si tende a dare alla bellezza esteriore. Per molti aspetti l’autrice é rimasta fedele alla fiaba orginale ma allo stempo é riuscita a dare un tocco di originalità. Divertenti le conversazioni in chat tra un capitolo e un altro che ho scorto. Ma a cosa servivano? Una lettura scorrevole, coinvolgente, leggera ed emozionante.